ATTO PENITENZIALE


* Signore, acqua viva per la nostra sete, abbi pietà di noi. Signore, pietà.

* Cristo, pane vivo disceso dal cielo abbi pietà di noi. Cristo, pietà.

* Signore, medico dei corpi e delle anime, abbi pietà di noi. Signore, pietà.


PREGHIERA DEI
FEDELI

* Signore, tu chiami la Chiesa ad essere segno della tua generosità; aiutala ad accogliere e a distribuire i tuoi doni, rendila esperta in umanità, maestra di carità ed educatrice di figli capaci di amarsi. Preghiamo

Rendici forti, Signore, perché molte cose vogliono strapparci da te: gli affanni della vita, la mentalità di questo mondo, la superficialità. Fa’ che non venga meno la nostra fede. Preghiamo

* Signore Dio, in Cristo ti sei rivelato come vita per gli uomini. A te presentiamo gli affamati che gridano da ogni parte della terra. Sostieni il nostro impegno perché non manchi a nessuno il pane che tu provvedi. Preghiamo.

* Tu ci sazi, Signore, con il cibo della Parola e del Pane. Fa’ che l’eucaristia a cui partecipa questa comunità tenga sempre vivo il desiderio di te e sia pegno e anticipazione di quel banchetto senza fine che tu prepari per noi. Preghiamo.


PER LA MEDITAZIONE

Dopo la comunione


In questo segno prodigioso si intrecciano l’incarnazione di Dio e l’opera della redenzione. Gesù, infatti, “scende” dalla barca per incontrare gli uomini (cfr Mt 14,14). San Massimo il Confessore afferma che il Verbo di Dio “si degnò, per amore nostro, di farsi presente nella carne, derivata da noi e conforme a noi tranne che nel peccato, e di esporci l’insegnamento con parole ed esempi a noi convenienti”. Il Signore ci offre qui un esempio eloquente della sua compassione verso la gente. Cristo è attento al bisogno materiale, ma vuole dare di più, perché l’uomo è sempre affamato di qualcosa di più, ha bisogno di qualcosa di più. Nel pane di Cristo è presente l’amore di Dio; nell’incontro con Lui “ci nutriamo, per così dire, dello stesso Dio vivente, mangiamo davvero il «pane dal cielo»”.

Benedetto XVI

Copyright © omelie.org. Creato e gestito dallo staff di omelie.org