ATTO PENITENZIALE


* Signore Gesù, che sei stato battezzato da Giovanni, abbi pietà di noi. Signore pietà

* Cristo Gesù, che sei stato proclamato dal Padre Figlio prediletto, abbi pietà di noi. Cristo pietà

* Signore Gesù, che sei stato consacrato dallo Spirito, sceso su di te come colomba, abbi pietà di noi. Signore pietà



PREGHIERA DEI
FEDELI

* Signore, alla Chiesa di Cristo hai affidato il tuo Vangelo. Aiutala con la forza del tuo Spirito perché sia testimone di una vita nuova che raggiunga gli uomini e li coinvolga nella costruzione del tuo regno. Preghiamo

* Signore, tutti i cristiani sono nati dall’unico battesimo, a qualunque confessione appartengano. Rendici tutti più docili all’azione del tuo Spirito perché soffriamo maggiormente per le divisioni esistenti e ci impegniamo per l’unità. Preghiamo

* Signore, sostieni i costruttori di pace e gli assetati di giustizia perché i loro sforzi abbiano successo. Rendici più attenti a quelli che sono trascurati e soli, più generosi con quelli che hanno bisogno del nostro aiuto. Preghiamo

* Signore, aiuta il cammino di quei genitori che quest’anno chiederanno il battesimo per i figli. Fa’ che questo li renda più aperti alla fede e più pronti a far parte di una comunità che sappia accompagnare l’educazione cristiana dei piccoli, Preghiamo

* Signore, manda il tuo Spirito sulla nostra comunità, perché cresca la coscienza di essere il tuo popolo santo e aiuta in particolare i giovani che si mettano a servizio del tuo vangelo. Preghiamo


PER LA MEDITAZIONE

Dopo la comunione


Nella Chiesa antica c’era la consuetudine, che il vescovo o il sacerdote dopo l’omelia esortasse i credenti esclamando: “Conversi ad Dominum” - volgetevi ora verso il Signore. Ciò significava innanzitutto che essi si volgevano verso Est - nella direzione del sorgere del sole come segno del Cristo che torna, al quale andiamo incontro nella celebrazione dell’Eucaristia. Tale invito era collegato con l’altra esclamazione che ancora oggi, prima del Canone, viene rivolta alla comunità credente: “Sursum corda” - in alto i cuori, fuori da tutti gli intrecci delle nostre preoccupazioni, delle nostre angosce, della nostra distrazione - in alto i vostri cuori, il vostro intimo!
In ambedue le esclamazioni veniamo in qualche modo esortati ad un rinnovamento del nostro battesimo: Conversi ad Dominum - sempre di nuovo dobbiamo distoglierci dalle direzioni sbagliate, nelle quali ci muoviamo così spesso con il nostro pensare ed agire.
Sempre di nuovo dobbiamo rivolgerci verso di lui, che è la Via, la Verità e la Vita. Sempre di nuovo dobbiamo diventare dei “convertiti” rivolti con tutta la vita verso il Signore. E sempre di nuovo dobbiamo lasciare che il nostro cuore sia sottratto alla forza di gravità, che lo tira giù, e sollevarlo interiormente in alto: nella verità e l’amore.

Benedetto XVI, Omelia della Veglia pasquale, 22 marzo 2008

Copyright © omelie.org. Creato e gestito dallo staff di omelie.org